L’attacco terroristico in Francia, che non era terrorismo e non era dell’ISIS

Mazzetta

L’attacco terroristico dell’ISIS allo stabilimento Air Products di Saint-Quentin-Fallavier non è stato un attentato e non è stato motivato da propositi terroristici, ma un semplice episodio di cronaca nera.

Yassin Sahli (o Salhi a seconda delle fonti), l’uomo che ha decapitato il manager Hervé Cornara nello stabilimento Air Products, ha confessato di aver commesso il delitto per fini personali, ha detto di aver avuto un litigio con il datore di lavoro e che veniva da un periodo di difficoltà familiari. La Procura di Lione che è incaricata delle indagini procede nei suoi confronti anche con l’accusa di complicità con il terrorismo, ma ormai pare chiaro che l’atto, pur adatto a un’impresa terroristica, abbia invece le caratteristiche di un reato comune.

Scemata l’attenzione per il caso, sembra quindi che la mobilitazione seguita all’omicidio di Cornara e all’attacco all’Air Products, uno stabilimento ben conosciuto da Sahli, che più di una volta vi…

View original post 536 altre parole

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...