Me gira il cazzo. Sfogo notturno di uno che ricorda

Niente,volevo fare un articolo serio relativo al caso di Alemanno e della cosca fascista-mafiosa che spadroneggia a Roma,magari collegandolo a questo mio post e facendo un ragionamento puntuale (ma di parte,perchè quando si ragiona di fascismo e di mafia bisogna sempre mettere bene in chiaro in quale campo si è schierati) sui rapporti tra vecchie e nuove destre e criminalità organizzata. E invece mi sono guardato la fiction su Giorgio Ambrosoli,pronto a giudicare malamente quanto gli autori Rai si fossero impegnati nel romanzare fino al farsesco le vicende “dell’eroe borghese” descritte nella biografia del figlio Umberto. Invece,per una volta,da Mamma Rai sono stati bravi,quindi non avendo nulla da criticare,non mi è rimasto che farmi montare l’incazzatura.

[Giorgio Ambrosoli,per chi non lo sapesse,in estrema sintesi era un tipo che si era impuntato così testardamente nel voler svolgere onestamente un proprio incarico tanto che finì ammazzato da sicari mafiosi. La buonanima di Andreotti difatti lo definì uno che “se l’andava cercando”,. Quando il gobbo morì Ambrosoli (Umberto),sfidante di Maroni alla regione Lombardia e ora consigliere d’opposizione,evitò di partecipare alla commemorazione e facendo perdere a Maroni un’ottima occasione di sembrare solo un demente,dato che Bobo pensò bene di dire che quello fu “un gesto inelegante nei confronti di un politico che ha segnato la storia d’Italia” dandoci così definitiva conferma di esserlo. L’uscita mi è tornata in mente,e quindi l’incazzatura è tale che ora fumo mentre rollo un’altra sigaretta mentre scrivo al pc]

E sapete perchè m’incazzo? Non è tanto per l’emergere della feccia ad ogni livello,l’impunità dei crimini,la tendenza alla semplificazione dei fatti (cosa che sto facendo io qui,dato che come avete capito questo non è il post serio che volevo fare) e mille altre schifezze.

E’ perchè non c’è memoria.

In questo paese non ci ricordiamo le cose. O se ce puro caso ce le ricordiamo,ne abbiamo un’immagine a pezzi,a frammenti,non una visione unitaria,senza sapere cosa vogliano dire questi ricordi. Non ci ricordiamo che il terrorismo in Italia era anche di matrice nera,che aveva legami con i servizi nostrani e americani ed era inserito in un quadro preciso,la “strategia della tensione”,ci ricordiamo solo che negli anni di piombo si tiravano bombe. Non ci ricordiamo che l’eversione di destra e la malavita romana spesso andavano a coincidere,ci ricordiamo solo della banda della Magliana perchè abbiamo visto Romanzo Criminale. Non ci ricordiamo di cos’era veramente la loggia massonica della P2,ci ricordiamo solo che c’è la massoneria. Non ci ricordiamo che certi esponenti della DC erano i referenti politici ad ogni livello della mafia,ci ricordiamo solo che la mafia uccide (e a volte,nemmeno di quello ci ricordiamo). Non ci ricordiamo cos’è il fascismo,com’è nato,come si è imposto,ci ricordiamo che “l’errore di Mussolini fu l’alleanza con la Germania” (cit.). Non ci ricordiamo che Alemanno,che sfilava a tor sapienza contro il centro d’accoglienza,è quello che ce l’ha fatto mettere. Non ci ricordiamo che Salvini l’antieuropeista è europarlamentare e con lauto stipendio. Non ci ricordiamo che Grillo faceva spettacoli comici sull’incombenza della digitalizzazione. Non ci ricordiamo che la Lega a Roma ladrona c’ha mangiato per un decennio. Non ci ricordiamo che Renzi disse “noi al governo con Berlusconi mai”. Non ci ricordiamo che Di Pietro era nel pool di Mani Pulite,o che Ingroia è stato allievo di Paolo Borsellino.

E soprattutto non ci ricordiamo delle persone oneste. Non ci ricordiamo di nè Paolo Biffi o di Silvio Novembre di,nè di Pino Pinelli o del giudice Livatino,nè di Giuseppe Costanza o di Angelo Corbo. Non ci ricordiamo chi erano o chi sono. Non ci ricordiamo i nomi degli uomini della scorta morti a Capaci. Ci ricordiamo di Falcone,ma giusto perchè si è dovuto riasfaltare un’autostrada.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...